Blog

La paura di essere giudicati

E’ nel nostro Dna; abbiamo una grande paura di essere giudicati. Cosa penserà di me ? Sarò andato bene in quel colloquio ? Gli sarà piaciuto quello che ho cucinato o regalato ? Insomma, un continuo farsi domande. Succede anche a chi, per lavoro o per diletto, deve presentarsi davanti ad un pubblico e parlare. Ancora domande…Cosa penserà il pubblico di me ? Sarò all’altezza ? E se dovessi commettere degli errori ? Tutto lecito per carità. Mettersi in discussione, non pensare di essere infallibili ci aiuta a mantenere alta l’attenzione e la concentrazione. Ma farsi troppe domande è dannoso. Mina la nostra autostima. Il pubblico, se pur curioso e attento a quello che direte, è li per voi, non è un nemico che vuole distruggervi, è disponibile e non ostile.

E allora perché continuiamo a farci tutte queste domande ‘ Semplice; è umano. Alla base c’è sempre la preparazione, lo studio. Se dobbiamo presentarci davanti ad un pubblico, dobbiamo arrivarci sapendo bene quello che diremo. Ma non tutto può essere preparato e studiato prima. Quello che ci definisce e ci racconta meglio è la nostra parte creativa. Quella che costruiamo man mano che andiamo avanti. Anche in questo caso, bisogna essere allenati e predisposti, ma la pratica e la voglia di divertirsi un po’ e non prenderti totalmente sul serio, ci aiuterà di sicuro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vai alla barra degli strumenti

Per ricevere informazioni sui tuoi dati personali, le finalità e le parti con cui i dati sono condivisi, contatta il proprietario. Se hai bisogno di maggiori informazioni e sei disposto a comprendere i tuoi diritti, puoi anche visualizzare la versione completa di questa informativa sulla privacy, cliccando sul link maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi